LA BOLA MESSICANA “CHIAMA ANGELI”

La bola messicana “chiama angeli” è un oggetto della tradizione messicana che si usa regalare alle persone care quando  scoprono di essere in stato di gravidanza.   La leggenda narra che l’angelo custode del bimbo in arrivo, sentendo il dolce tintinnio della bola si avvicini al futuro neonato e alla futura mamma per proteggerli durante e dopo la gravidanza.   La bola è un gioiellino di forma solitamente sferica, all’interno del quale è saldato un minuscolo xilofono dove una pallina danza in base ai  movimenti della madre, producendo un suono molto delicato che il bambino è in grado di udire attraverso il liquido amniotico già dalla ventesima settimana di gestazione.

Se portata dall’inizio della gravidanza, sembra che la bola porti un beneficio psicologico alla gestante, regalandole serenità, e aiutando a dissolvere ansie e paure legate al percorso che dovrà affrontare e al ruolo che si sta accingendo  a vivere.

Secondo alcuni studi, sembra addirittura che il feto possa iniziare a distinguere le fasi della giornata ascoltandone la melodia che sarà più frequente durante le ore diurne e meno assiduo in quelle notturne.

Una volta che il piccolo è venuto alla luce, la madre può appendere la bola sopra il lettino del bambino per continuare a proteggerlo richiamando le energie angeliche che hanno seguito il bimbo durante tutto il viaggio percorso nei nove mesi e per aiutarlo a disttendersi prima e durante la nanna in quanto il figlio ricorderà la melodia che gli regalava serenità nel pancione.

E’ possibile anche continuare a vivere la sinergia tra mamma, bimbo e bola, inserendola in una collana o in un braccialetto che la madre indosserà quotidianamente proseguendo il cammino iniziato mesi prima.

Commenti
Please follow and like us:
0

2 pensieri riguardo “LA BOLA MESSICANA “CHIAMA ANGELI”

Lascia un commento

Or