Tag: deliri solipsistici

L’esuberanza verbale e fisica che sovrasta senza lasciare vie di fuga…quell’invadenza fatta di giri di parole, sotterfugi, inciuci e discorsi inopportuni…quel volersi mettere sempre al centro di ogni cosa per far parte di un “tutto” indiscriminato, dove non esistono ruoli o libertà di scelta…dove tutti sono amici di tutti senzaContinue reading

TERRA MIA

Sei una sgualdrina con le labbra rifatte e le unghie laccate di rosso corallo. Sei la puttana di lusso, circondata dal fasullo perbenismo di facciata dei borghesi di un tempo lontano. Sei una mignotta educata e dai modi gentili. Sei la vecchia baldracca che coccola l’anima con pazienza e riscaldaContinue reading

AMEN

[certe malvagità sono scandalose… certe persone sono la personificazione del demonio… certi rapporti sono destinati a marcire all’inferno e certe ferite a sanguinare per sempre.] nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo. AMEN Please follow and like us:0

LE NOSTRE VITE NON SONO NOSTRE

Le nostre vite non sono nostre. Sono cristalli sospesi nell’eternità del tempo, in bilico sul vuoto, che vivono in fragilità parallele ed immobili. Le nostre vite non sono nostre. Sono terre senza nome e senza padrone, in cui far convivere.se stessi con tutti quelli che le attraversano diventa una lotta quotidiana. Le nostreContinue reading

SONO MADRE

E poi all’improvviso ti sembra che tutto sia cambiato. Ma la verità è che col tempo siamo cambiati noi, che le esperienze ci hanno trasformati, allontanandoci dagli altri e, a volte, anche da noi stessi, da ciò che eravamo, da ciò che credevamo immutabile e definitivo. E si arriva, prima oContinue reading

SILENZI

Ci sono silenzi che nascondono, nel loro doppio fondo, il retrogusto  amaro della sconfitta. Ci sono silenzi che partono dal cuore. Irrimediabili, improvvisi, irrevocabili. Le parole si fermano in gola, diventando labirinti intricati in cui ci si smarrisce. I respiri si fanno lenti e somigliano a lontane litanie originate dalleContinue reading

IL VARCO DELL’INFERNO

E senti che tutto scivola tra le dita, che quelle sensazioni magiche che dovresti trattenere per sempre dentro di te svaniscono, perdendosi in infinite briciole che si mischiano al suolo, irriconoscibili. Tutto si tramuta. Ciò che dovrebbe essere l’apoteosi della felicità, in un istante diventa il varco dell’inferno, ed in una frazioneContinue reading

SONO UN CAMPO MINATO

Non posso scrivere. Sono irrigidita, pietrificata, mummificata da silenzi ed assenze che continuano a condizionarmi l’esistenza. E vorrei tanto saper scindere il passato dal presente, gli altri da me stessa. Vorrei riuscire separare le varie situazioni ed incanalarle come biglie nel posto giusto…ma mi rendo conto che sono io il contenitore diContinue reading

LAVORO”TERAPIA”

Arrotolata su me stessa, come il guscio sulla lumaca. Fagocitata da un velo oscuro che mi impedisce di guardare oltre. Cerco uno spiraglio che non c’è, o che forse non voglio vedere. Sopraffatta da me stessa e da chi mi circonda, continuo a rifiutare proposte che mi farebbero sentire forse unContinue reading

FEBBRE E MUCHI USCITE DA QUESTA CASA

Ci sta poco da fare una spicciola psicanalisi o da dare consigli. La situazione è critica: siamo in bilico da giorni sul filo del rasoio, rinchiusi in casa come criceti in gabbia, con gli animi alterati e i nervi a fior di pelle. Mio marito è stato operato al ginocchioContinue reading

GIORNI

[Giorni di riflessioni, di considerazioni, di liti definitive, di riavvicinamenti, di passione, di lacrime, di capricci, di allegria, di regali, di febbre improvvisa, di parole d’amore, di dolori all’addome e di calcetti rassicuranti.] [Giorni di date importanti, giorni che fanno da preludio all’ennesimo Natale “diverso” dai miei vecchi Natali. NonContinue reading

DENTRO E FUORI

Un freddo polare. Dentro e fuori. Le mura trasudano il gelo dell’esterno, la pelle anche lascia penetrare dentro di me il gelo altrui, congelandomi i pensieri ed il cuore. E poi d’improvviso, quando la mia anima sembra creparsi, poggio la mano sul ventre e ti sento, Amore mio, forte eContinue reading

METEREOPATICA O VEGGENTE?

Non mi sento bene. No, oggi proprio non mi sento in forma. Sarà che ho fatto la quarta nottata insonne perchè Ale ha il naso otturato, sarà il cielo grigio e cupo, saranno il nubifragio in toscana, il tornado in puglia, i terremoti in giro per l’italia, la scadenza della profeziaContinue reading

SCATAFASCIO TOTALE

Ed è uno scatafascio generale questa vita che ha deciso di rotolare a tutta velocità sul fondo di una voragine che risucchia e devasta tutto. Inerme, si lascia trascinare senza opporre alcuna resistenza. Vedo crollare imperi economici, vedo persone consumarsi per colpa di malattie affamate scaturite da abusi e violenze ecologiche,Continue reading

NON SIAMO ALTRO CHE IL RISULTATO DI CIO’ CHE ABBIAMO VISSUTO

Perdonami Angelo mio. Perdona questa mamma che ha vissuto la vita in modo malato. Che ha subito cattiverie, ingiustizie e sofferenza. Perdona questa mamma che è cresciuta troppo in fretta e che è stata strappata all’infanzia a soli 7 anni per essere catapultata in una realtà infetta. Perdonami Angelo mio se hoContinue reading

CIAO AMORE DI MAMMA

Non riesco a scriverti. Inizio, poi rileggo, cancello e spengo. Il 2 novembre ci rivedremo. Non vedo l’ora. Please follow and like us:0

VANEGGIAMENTI DELLE 15.50

Ti siedi davanti ad un pc non tuo, in un pomeriggio di noia bestiale, appesantita da un mangiare troppo abbondante e rincoglionita da una notte semi-insonne (come tante ultimamente in cui ti giri e ti rigiri nel letto senza sapere bene nemmeno a cosa diavolo stai pensando), mentre il cucciolo dopoContinue reading

…DI SOGNI E SPERANZE…

Perchè purtroppo anche i sogni, se li lasci troppo tempo chiusi in un cassetto, rischiano di marcire. Il tempo non è clemente con le cose accantonate. Il tempo scorre reclamando l’urgenza della vita, del vissuto. Il tempo non concede sconti a chi arriva in ritardo. Semplicemente passa e trascina viaContinue reading

SINCOPE

Porto ancora addosso la sensazione di terrore che ho provato nel vederti a terra, in quel bar affollato. E’ stato un attimo. Sei scivolato nel buio totale colpendo il pavimento con la testa, senza nulla ad attutire il colpo. Ho temuto fossi andato via per sempre. “Portate fuori Alessandro…Cazzo, cazzo,Continue reading

PENSIERI CONFUSI

Quando non si trovano le parole è inutile ostinarsi a voler scrivere per forza. Apro il blog con la voglia di raccontare frammenti di quotidianeità,  ma appena si apre la finestra del nuovo articolo, tutte le intenzioni si sbriciolano nel nulla ed io mi ritrovo qui, impalata davanti al pc conContinue reading