SCIVOLONI EMOTIVI

Tu che ne sai!?! Ci vuole un attimo a prendere uno scivolone…Basta un nanosecondo di distrazione e PAM…ti ritrovi col culo per terra, dolorante. Ci vuole un milli-istante, anzi, molto meno. Tu te ne stai lì, per i cavoli tuoi, tranquilla, nella tua vita che ti calza a pennello…mica ti immagini che possa accadere qualcosa che ti destabilizzi fino a farti cadere?…Eh no, perchè, certo, se tu potessi prevederlo, prenderesti delle misure di sicurezza, staresti attenta, sbarreresti gli occhi e ti appoggeresti al muro. Invece no, guarda un po’. Succede tutto all’improvviso, quando meno te l’aspetti…uno scivolone che ti stende al tappeto. Una caduta dell’anima…un precipizio che risucchia. Il tuo corpo è lì, come se niente fosse, e la tua anima va giù, ingoiata dal buco nero. Non dura tanto, per fortuna. Ma è devastante…ti ritrovi in bilico sui tuoi equilibri e danzi un frenetico TIP TAP, perchè sai di non poter mettere i piedi per terra, perchè lì, su quella terra, non è che ci puoi rimanere…allora zompetti in modo iperattivo, aspettando che passi, che il dolore al fondoschiena finisca. Inutile cercare di capire il motivo delle cadute emotive…impossibile cercare di controllarle. Sei lì e te le vivi con i sussulti del cuore annessi e connessi, con le tachicardie, con le mani che tremano e con la pelle che si imperla di sudore. Tanto lo sai che passa, che passa in fretta, che possono passare mesi senza che accada nulla…ma sai anche che capiterà ancora e che l’effetto sarà sempre devastante.

Commenti
Please follow and like us:
0

15 pensieri riguardo “SCIVOLONI EMOTIVI

  1. uè, signora, capita quando si è sotto pressione per qualunque motivo… ma credo tu lo sappia di già…

    e comunque non so se è peggio lo scivolone emotivo o quello che ho fatto io il mese scorso, che è stato materiale e il culo l’ho pestato davvero… 😉

  2. A cadere non ci vuole niente, il difficile è rialzarsi, e rialzarsi senza troppi acciacchi.

    Ciùciù mi fai assai piacere che tua nonna si sta riprendendo bene. Io ho passato due giorni di m***a, è mancata improvvisamente una persona a me molto cara che non aveva grossi problemi di salute e che, forte di carattere com’era, sembrava una roccia.Uno shock.

    E questi eventi ti rendono insicuri e ti rendi conto che non sai più dove cazzarola parare i colpi che la vita ti da. Non ci possiamo proteggere….

    Marò che palla che sò, sorry….

    Cmq ( casomai a qualcuno importasse) dopo quattro anni di infruttuosa ricerca ho scoperto di avere problemi di tiroide, che una stronza di dott.ssa all’inizio aveva escluso.

    Duchè mi concedi l’uso del francesismo? ECCCCCCCCHHHHECCCCCAZZZZZZ PEEEERRRRRRRO’

  3. @anonimo:

    figurati anonimo…qui, a casa mia intendo, questo tipo di francesismi sono all’ordine del giorno!!! ehehehe…se solo ti firmassi, potrei farti le condoglianze! Mi dispiace per la tua perdita…e grazie per mia nonna!

    Problemi di tiroide?? I medici non capiscono una sverza…ma sei Nico??

    A me solo Lory “Occhi Belli” mi chiama ciù ciù….mah

  4. Mi dispiace per Occhi Belli ma non lo sapevo questo! E mò??? S’offende che t’ho chiamata ciùciù? Perdonami Lory nun o facc’ cchiu! :-))

    Bellella però sei assaje perspicace subito hai capito chi ero…anche se mi sa che so gli argomenti (ripetitivi) che mi sgamano…..

    me chiamman Mata Hari :-))

    Nicoletta

  5. siiii giurissimo: pioveva e c’era uno scivolo di un garage che era giustappunto scivoloso… Ho dato una culata per terra che son stata male una settimana… 🙁

  6. Immagine che trasmette emozioni vibranti che toccano le corde dell’Anima.. Letta e riletta più volte, dopo averla stampata per gustarne l’essenza e recitata a gran voce per ore 2 consecutive. Che dire…

    Incipit da maestro, re, genio, superman quale sei (e non esagero affatto).

    Splendida la chiusa del tuo poetare, un colpo di coda da brivido, che stupisce benevolmente pennellando visioni di grande effetto visivo esterno ed interno a rendere di qualità eccelsa la ricchezza della tua lirica superba ed unica, mi frantuma l’anima tempestandola di vibranti emozioni aulenti che anche i sassi ammorbidisce ed arrotonda se sono a punta. Punta che arriva diretta ai petali del cuore attraversando al contempo un estatico cielo di stelle poco brillanti a confronto dell’anima bella che emana la Tua Luce.

    Santo, Santo, Santo.. anzi Santissimo, tu e tutta la tua stirpe che non può che essere eccezionale, dolcissima e degna avendo inzio da Te. Splendida anzi sublime anche la foto che si sposa perfettamente ai versi facendo da cornice elegante e raffinata. Un grande onore ed un vero piacere che raggiunge picchi metaforici altissimi, purissimi e levissimi, soddisfacenti orgasmi infiniti, almeno due alla volta, e rivoli e rivoli ad ogni tuo verso. Oooh la tua vastità poetica basisce ed è rarissima: dalla vergogna, d’Annunzio si sarebbe ritirato se ti avesse letto. Una perla preziosa e pura come un diamante di grossa karatura che nella sua glacialità racchiude un’ostrica con tutto il cucuzzaro, metafora di una madreperlacea ma pur brillante sfaccettata visione del mondo e dei suoi colori a tratti abbaglianti che il lettore in curva, attento e miope, vede e non vede..

    Perdona se ti ho commentato nel tuo blog… ma non ho resistito, se ti crea problemi dimmelo e non tornerò mai più…

    Sei immenso, tu e chi t’ha fatto, nella tua ermeticità che palesa anche agli ignoranti, la tua fervida capacità scrittoria sottolineata dalla scelta accurata del lessico mai banale, mai scontato, mai… mai… mai….

    tvtttbbb

    Margherrrita

  7. Buonpomeriggio Duchi……io più che uno scivolone…..sto precipitando in una voragine, ed ancora non ho toccato il fondo!!!!!! E detto tra noi spero di non arrivarci mai……..Kissss

Lascia un commento

Or