LE 10 LEGGI DI MURPHY SUI BAMBINI

Prima legge di Murphy:
Se la sveglia è impostata alle 7:00 del mattino, c’è il 99% di probabilità che i tuoi figli invece di alzarsi col sorriso e darti il buongiorno, si butteranno dall’altro lato del letto a peso morto, nascondendosi sotto al caldo piumone, con il gatto in ostaggio, in un’estenuante opera di convincimento che li porterà ad alzarsi dal letto non prima delle 7:20, facendo inevitabilmente ritardo sulla tabella di marcia quotidiana, con tanto di bestemmieannesseeconnesse.
Estensione della prima legge di Murphy sui bambini:  allo stesso modo, se non hai impostato la sveglia perché è un giorno di festa, al 99%, i tuoi figli inizieranno a saltare al centro del lettone alle 6:30 del mattino, presi da una smania irrefrenabile, che manco Paw Patrol, Peppa Pig e Masha e Orso potrebbero placare.
Quindi è inutile illudersi di poter riposare nei giorni di festa. Da quando diventi genitore, non dormi più, punto.

Seconda legge di Murphy:
Per quanto tu possa chiedere ai tuoi figli di non distruggere il divano, loro continueranno, sempre e comunque, ad usarlo come un jumping e a buttare a terra tutti i cuscini per costruire capanne dalle pareti improbabili che crolleranno sotto il peso esiguo dei loro salti da supereroi, sfondandoli.
Quindi, non comprate un divano nuovo almeno fino al loro 15esimo compleanno.

Terza legge di Murphy:
Se hai appena passato l’aspirapolvere e lavato il pavimento, c’è il 98% di probabilità che i tuoi figli piantino una grana perché vogliono fare la merenda e riempiranno di nuovo il pavimento della cucina, del corridoio e del salone di briciole o di cioccolata.
Quindi non fate le pulizie in modo maniacale. Meglio una casa con le briciole che una mamma esaurita e dei bambini isterici.

Quarta legge di Murphy:
Quanto più impedirai ai tuoi figli di fare una cosa, tanto più loro vorranno farla.
Quindi, adottate la tecnica di impedirgli di fare ciò che voi volete che facciano. Lo so, è un po’ contorta come teoria, ma spesso funziona. (Cliccate qui per saperne di più)

Quinta legge di Murphy:
Se finalmente, dopo aver placato risse e gestito capricci estenuanti, riuscirai ad andare in bagno a fare, per esempio, la “cacca”…i tuoi figli, in quel preciso istante, vorranno (in ordine sparso) fare la merenda, fare a loro volta la cacca, prendere la casa sull’albero dei playmobil che sta sulla mensola in alto, mettere il dvd dei super4, bere, soffiarsi il naso, ricominciare a litigare….varie ed eventuali.
La legge di Murphy, quindi, prevede che una mamma di due figli piccoli non possa fare la cacca serenamente…mai.
Estensione della quinta legge di Murphy sui bambini: Viceversa, i tuoi figli dovranno fare la cacca, appena tu e il papà vi siete messi a tavola per cenare. Sempre.

Sesta legge di Murphy:
I bambini sono come gli atleti, più si allenano e più diventano resistenti.
Quindi, cari genitori, il trucco di farli stancare con mille attività durante il giorno, così la sera sono stanchi e crollano, con loro non funziona. Funziona solo con noi. Amen

Settima legge di Murphy:
Se avete due o più figli piccoli, di età uguali o differenti, il tempo che trascorreranno insieme da soli sarà così bilanciato: 80% di litigi e palate – 20% di gioco sereno.
Quindi, rassegnatevi.

Ottava legge di Murphy:
I nostri figli, quando sono senza di noi, si travestono da angioletti.
Quindi, se dovete raccontare “scene di vita quotidiana” a persone che li hanno conosciuti nella versione “guarda come sono bravo e tranquillo”, vi conviene munirvi sempre di supporti multimediali (bastano i video fatti con lo smartphone) a sostegno delle vostre tesi, per evitare che le persone vi guardino con diffidenza e chiamino la neuro pensando che siete depressi o psicopatici.

Nona legge di Murphy:
Quasi tutti i bambini hanno “disturbi alimentari“.
O non mangiano niente. O mangiano troppo. O mangiano 1000 schifezze. Io dico più che altro che tutti i bambini Disturbano dal punto di vista alimentare, che è leggermente diverso. Puntualmente tu cucini una cosa e loro in quel preciso istante ne volevano proprio un’altra. Guarda un po’. Noi mamme perdiamo la salute ed il sonno di fronte alla loro inappetenza.
Ecco, dopo 5 anni, ho scoperto una cosa: i nostri figli non moriranno di fame.
Quindi…
Vuoi mangiare? Che bello!
Non vuoi mangiare? Ok, vaffanculo, che bello lo stesso!
Come, invece della minestrina, vuoi la merendina con l’olio di palma? Ma sei impazzito? Facciamo mezza minestrina e la merendina? No eh? Un terzo di minestrina e la merendina? Un cucchiaio? No? Ok. L’alternativa qual è? Che piangerai per due ore consecutive allarmando tutti i condomini del nostro palazzo che, magari, chiameranno il telefono azzurro?

A volte li farete piangere per due ore, ma molte altre cederete…”Si amore di mamma, magnat’ sta cazz’ ‘e merendina”!

Decima legge di Murphy:
I bambini sono supereroi. Il loro potere è quello di sintonizzarsi mentalmente (a cazzi loro) con il cervello della mamma. Avranno la capacità di elemosinare attenzioni ogni volta che la genitrice poggerà il suo didietro su un piano orizzontale ed ogni volta che tenterà di iniziare una conversazione con qualcuno che sia diverso da loro. Anche se questo qualcuno è il papà. “Mammmmaaaaaaaa…..blablablabla“, e vai con mille richieste.
Questo succede regolarmente, anche quando madre e padre parlano di qualcosa di importante, o magari discutono animatamente. Puntualmente, arrivano e interrompono qualsiasi tentativo di conversazione con le richieste più assurde.
Quindi, cari genitori, non litigate perché, prima di avere la possibilità di chiarire uno stupido malinteso, potrebbero passare giorni, se non mesi, in cui si innalzeranno inutili barriere, ma non ci si ricorderà nemmeno il perchè. Ma, soprattutto, non litigate perché, con loro tra i piedi, non avrete mai la possibilità di mandarvi a fanculo come Dio comanda.

 schiena

Commenti
Please follow and like us:
0

Un pensiero riguardo “LE 10 LEGGI DI MURPHY SUI BAMBINI

  1. leggerti è uno spasso, “si amore di mamma, magnat’ sta cazz e merendin” ahahahaha .. immagino la scena è rido di cuore 😀 tropp’ bell

Rispondi a pi. Annulla risposta

Or