IL MONDO NON AVRA’ PIETA’ DEI NOSTRI FIGLI

Sono indignata. No, indignata è poco…sono letteralmente schifata.
Vedo un gruppo di adolescenti che per accumulare “mi piace” sui social network fanno un video mentre cospargono di benzina e danno fuoco ad un cucciolo in una bacinella…che muore carbonizzato tra le loro risate.
Vedo una donna con un cappuccio che gira un video mentre lancia dei cuccioli di cane in un lago…che muoiono annegati tra le sue risate.
Vedo una madre che blocca il suo neonato che piange disperato mentre un bastardo gli tatua il corpicino.
Vedo ragazzine seminude che si vendono per una ricarica sul cellulare…E ragazzini che fanno marchette per una canna o per una birra.
Vedo bambini maltrattati negli asili e anziani maltrattati negli ospizi.
Vedo animalicidi effettuati così,  tra una chiacchiera e l’altra.
Vedo donne dai volti deturpati con l’acido…
Vedo bambine spose a 12 anni.
Vedo ragazzi che prendono a pugni la gente per strada perchè è la moda del momento.
Vedo video di pedofili che adescano bambine fuori le scuole…
Vedo preti depravati che irretiscono giovani nelle loro parrocchie.
Vedo genitori perversi che vendono i corpi dei loro figli…
Vedo gente ipnotizzata da sette di ogni tipo.
Vedo ragazzi che si distruggono con ogni tipo di droga e che si sfondano il fegato con miscugli alcolici improponibili.
Leggo ogni mattina i titoli degli articoli dei quotiidiani online…madri che ammazzano i figli, donne picchiate e violentate, gente rapita e segregata in topaie per anni dai propri genitori, tutti che ammazzano tutti, devastazione allo stato puro, orrore.
Leggo di ragazzi che si suicidano perchè la loro omosessualità li condanna ad essere emarginati e derisi…e ragazze che si suicidano disperate perchè i loro video “proibiti” sono finiti online e milioni di persone li hanno visti.
Decido di seguire il link di uno dei viedo comparsi sulla mia homepage di facebook per andare a fondo e scopro una pagina gestita da un gruppo di dodicenni che in una settimana ha raggiunto più di 110000 fans. Quello che vedo è agghiacciante. Le foto pubblicate sono di adolescenti con sigarette in bocca e boccali di birra…di ragazzine seminude che simulano sesso orale…selfie di tredicenni truccate da sgualdrine e video presi in rete di ogni tipo.
La cosa mi sconvolge…”FANCULO MAMMA ADESSO SONO GRANDE” noi lo dicevamo forse a 20 anni, non a 12, quando ancora i denti odorano di latte. Mi rendo conto che il progresso spesso è una forma di regresso, che diventa un’arma impropria nelle mani di chi non ha la maturità per gestirla. Mi rendo conto che sono spaventata da questo mondo in cui ho deciso di inserire i miei figli. Mi rendo conto che la vita per loro sarà dura, che per quanto possano avere una famiglia alle spalle che li segue e li indirizza insegnandogli sani valori, la società che li accoglie fuori è depravata e marcia. Mi rendo conto che 1000 “like” valgono per i ragazzini di oggi più di quel cucciolo bruciato vivo o della compagna suicidata per colpa di un video caricato su youtube.
Mi rendo conto che i ragazzi conoscono il prezzo di tutto, anche del loro corpo, ma che non danno valore più a nulla.
E spero che i miei figli non diventino vittime di quei bulli che fanno nonnismo nelle scuole…ma soprattutto spero che i miei figli non diventino quei bulli spietati e senza cuore…perchè io, che darei la mia vita per loro, non potrei più guardarli in faccia!
Mamme e papà, svegliatevi. Controllate i vostri ragazzi, parlate con loro, cercate di capire i loro disagi e di entrare nella loro quitidianità.
Il mondo è crudele e non avrà pietà di loro.

SPAIN-ANIMAL-RIGHTS

Commenti
Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Or