IL MIO TERZO, E NON ULTIMO, WEEKEND DI MERDA

weekend iniziato all’insegna della nervatura:

– ore 8.30 bussa ANDREY il pittore, tanto atteso
– ore 9.00 bussa PIETRO l’elettricista che non era proprio previsto

D – Buongiorno Pietro, e voi che ci fate qui? già tremavo all’idea di averlo in giro per casa
P – Duchè, vostra mamma mi ha detto che dovevo venire a vedere l’antifurto di vostro nonno. A momenti dovrebbe arrivare anche lei
D – Pietro, ma siete sicuro? Mamma è partita ieri per milano. Forse era sabato prossimo
P – ???
D –
R – Vabbè, Pietro, già che ci siete, volete controllare un attimo l’impianto della filodiffusione che non funziona più? Noi lo vorremmo ripristinare, ma non abbiamo mai capito da dove parta il segnale

Pietro apre un po’ di cassette…fa un po’ di casini e poi ha un lampo di genio:
P – Facciamo così, torno con calma lunedì così ho tutto il tempo di controllare e sostituire i fili che non funzionano più

DUCHESSA ormai si è rassegnata a vivere nella polvere e nel casino. Da lunedì ANDREY avrebbe finalmente dovuto cominciare a tinteggiare la zona giorno, ma a quanto pare, invece, dovrà ancora stuccare, grattare…finchè Pietro non finirà.

E’ INIZIATO UFFICIALMENTE IL MIO TERZO, E NON ULTIMO, WEEKEND DI MERDA….

Commenti
Please follow and like us:
0

3 pensieri riguardo “IL MIO TERZO, E NON ULTIMO, WEEKEND DI MERDA

Lascia un commento

Or