ESISTONO DONNE CON LE GONNE E DONNE CON I PANTALONI

Esistono donne con "le gonne" e donne con "i pantaloni".
E non è una frase fatta. Ma una dura realtà da prendere seriamente in considerazione.

La donne con la gonna è quella che, nonostante lavori e nonostante abbia figli e responsabilità, riesce a fare tutto in modo impeccabile. La mattina verso le 5:30/6.00 si sveglia, rassetta la casa, mette a fare il sughetto per il pranzo, si lava, si veste, porta il caffè a letto al maritino che ronfa. Alle 7.30, già perfettamente pronta, sveglia i bambini, gli fa fare colazione, li prepara e alle 8.00 precise fa il giro di tutta la città per accompagnarli a scuola. Va a lavorare, all’1.00 esce e va a prendere i bambini, passa a comprare il pane e torna a casa. La donna con la gonna è quella che in un battibaleno, organizza il pranzo per 6 persone, apparecchia la tavola, mangia con tutta la famiglia e gli amici dei figli che giornalmente si aggregano (perchè figli delle donne con i pantaloni), fa la cucina, porta il piccolo dalla nonna, il grande a basket, la femminuccia a danza e torna in ufficio per altre 4 ore. La sera passa a prendere i bambini, torna a casa, gli fa il bagnetto, cucina la cena, mette a letto i bambini, fa la cucina, fa 2 lavatrici e si mette a stirare. Alle 11.00, non contenta, raggiunge il marito a letto e asseconda le sue necessità di uomo "con i pantaloni" (che non ha fatto un benemerito cazzo tutto il giorno, se non stare seduto dietro la sua scrivania a chiacchierare con colleghi e/o clienti). La donna con la gonna la notte si alza perchè il piccolo fa gli incubi e resta almeno un’ora vicino al suo cucciolo per farlo riaddormentare. Ovviamente, alle 3.00 del mattino, non riuscendo più ad addormentarsi, ne approfitta per cucire bottoni o sistemare gli armadi o dare una spazzata al terrazzo…che non si fa da un po’!

La donna con i pantaloni è quella che, nonostante lavori e nonostante abbia figli e responsabilità, riesce a fare tutto in modo altrettanto impeccabile. La mattina verso le 7.30 si sveglia insieme ai bambini e al marito. Fanno colazione tutti insieme e ognuno, autonomamente, va a prepararsi. Il marito, che scende prima di lei, accompagna i bambini a scuola e lei, dopo aver rifatto i letti e pulito il bagno, va a lavorare. All’1.00 esce, passa a comprare il pane e torna a casa. La donna con i pantaloni è quella che in un battibaleno, organizza il pranzo per 6 persone perchè ha sempre una bottiglia di sugo da scongelare nel microonde, cucinata la domenica precedente, apparecchia la tavola, mangia con tutta la famiglia e gli amici dei figli che giornalmente si aggregano (perchè si annoiano a casa delle donne con le gonne), fa la cucina mettendo tutto alla rinfusa nella lavastoviglie, porta il piccolo dalla nonna, il grande a basket, la femminuccia a danza e torna in ufficio per altre 4 ore. La sera passa a prendere i bambini, torna nella casa in cui per tutto il giorno qualcun altro ha fatto le pulizie al posto suo, gli fa il bagnetto, ripassa i compiti con i figli mentre cucina la cena, mette a letto i bambini, e si dedica al marito. La donna con i pantaloni è quella donna che è intrinsecamente organizzata.

Tra le due c’è DUCHESSA…che pur non avendo figli, non riesce a fare un benemerito cazzo. La mattina la sveglia inizia ad intonare Berry White alle 7.30, ma puntualmente si alza alle 8.45 bestemmiando in turco e preparandosi alla velocità della luce per non fare tardi in ufficio. Lavora per 4 ore e corre a casa, dove l’attendono la stanza da letto, il bagno e la cucina. Nella sua pausa pranzo, che dura la bellezza di 2 ore, riceve circa 8 telefonate che le impediscono di cucinare e di mangiare. Alle 3.15 scende come una dannata e si precipita in ufficio per altre 4 ore. Alle 7.30 torna a casa dove l’attende il suo bel ROMEO che arriva prima di lei. Si fa una doccia veloce, prepara qualcosa per la cena, mangiano e si accoccolano un po’ sul divano davanti alla tv. Verso le 10.30/11.00 Romeo crolla e Duchessa, non contenta di essere stata già 8 ore davanti al pc, raggiunge le sue amiche squinternate in chat e resta incollata al monitor per ore. Una volta ritiratasi nel suo talamo d’amore, accende sky e resta incollata alla tv fino alle 2.00/3.00 del mattino. DUCHESSA non cucina tanto, non stira tanto, non pulisce tanto. DUCHESSA è entrata nell’ottica che i soldi che guadagna le devono servire per cercare di vivere un po’ meglio…è per questo che ha deciso di prendere una persona una volta alla settimana che accudisca la sua casa allo sbaraglio e che stiri accuratamente tutti i vestiti del suo bel maritino. DUCHESSA per meno di 100 euro al mese è una donna felice, che vive senza stress inutili e che fa quello che le piace fare…ossia: UN BENEMERITO CAZZO!
DUCHESSA non sa ancora, se una volta arrivati i marmocchi, diventerà una donna con la gonna o una donna con i pantaloni…ma sa che attualmente è una donna in shorts e che questo abito le calza a pennello!!

Commenti
Please follow and like us:
0

8 pensieri riguardo “ESISTONO DONNE CON LE GONNE E DONNE CON I PANTALONI

  1. mmm Cielo invece prende in seria considerazione l’idea di spendere 100 euri al mese per togliersi la soddisfazione anche lei di non fare un benemerito cazzo anziché ammattirsi nel week end a mettere a posto casa, così da potersi godere dei sereni fine settimana al mare.. sì sì.. cielo inizia a pensarci sul serio!

    ah, cielo è una donna in pigiama e occhiali trash, chiedere comferma a moleskine 😉

  2. @cielo:

    prima il sabato era dedicato alle grandi pulizie e una sera alla settimana (o durante l’isola dei famosi o durante il grande fratello) mi dedicavo alla stiratura!! ma da quando abbiamo finito i lavori a giugno…mi rompo anche di quello!!

    l’importante è aver trovato una soluzione alternativa…o no? più organizzata di così si muore!!!

    bonjour chérie…

  3. PATATATESSO’, MA LO SAI CHE C’HAI PROTO RACIONE?!

    mo’ seria. io trovo che sia una soluzione da paraculissima! e la cosa degli shorts.. calza pure a me a pennello! anzi, calzano, calzano..

    ADDENZIONE:

    AVETE TUTTE QUANTE UN PVT!

    E BUONGIORNO!!

    CIELO.. HO PARLATO ANCHE PER TE.. CAPISC A ME!

  4. Io ho preso questa scelta quando mi so sfasteriata di litigare con mio marito il sabato perchè nn voleva passassi tutta la giornata a fare pulizie in quanto è il giorno libero di entrambi; ed io per non fare storie ero costretta a farli di notte. In verità mio marito mi ha obbligata a prendere una persona che mi aiutasse perchè per me il pensiero che un’altra mettesse le mani nelle mie cose mi dava fastidio; ma poi ….poi è arrivata A. ,l’Hulk in gonnella del Kirkistan , capace di fare in mezza giornata di tutto e di più,pulitissima e incazzosissima.E’ un terremoto,basta si giri ti fa qualche guaio, si incazza se cambi posto alle cose, se le dici che i cucchiai li voglio a sinistra immancabilmente li trovi a destra solo perchè “è meglio” e che se metto un copriletto che non le va dice: “Niculetta, togli questo, a mi nn piace!” . Le sono affezionata e non riesco più a farne a meno ma il vero problema è quando si incazza con mio marito. “GINO PERCHè TU MESSO TELEVISIONE SU MOBILE IN BAGNO? IO NON VOLERE SAPERE NIENTE SE PULISCO E CADE!” (questo solo perchè non le piace che la tv stia lì), e mio marito : “ANNI’ SE LA TELEVISIONE CADE IO T’ SVIT A’ CAP!!

    E’ un battibecco continuo, ma a me quando si incontrano per casa mi fanno troppo ridere anche perchè io tengo più pacienza e quindi la lascio fare….

    Dieci giorni fa è partita per il suo paese, torna il 1 dicembre ed io ieri disperata le ho mandato un SMS “Annì torna, sta casa aspetta a te!” :-))))

    Baci nennè

    Nico

Lascia un commento

Or