A CAVALLO TRA 2010 E 2011

Lo scorso Natale è stato vissuto nell'intimità delle varie famiglie. Otto a casa di mia mamma. Sei a casa di mio zio. Quattro a casa di un altro zio…ecc, ecc [Cosa a dir poco anomala, dato che la nostra famiglia è composta da circa 70 persone ed è un cumulo di casinisti]
Il mio desiderio ad alta voce [io che sono ammuinatrice per natura], alla fine delle feste, fu: "sarebbe bellissimo, il prossimo anno, festeggiare il Natale o il Capodanno tutti insieme. Tutte le famiglie riunite, ognuno porta qualcosa e si fa casino a oltranza fino a notte fonda!". I miei cugini [casinisti come la sottoscritta] hanno accolto con entusiasmo la mia proposta…gli adulti un po' meno, dato che uno di loro avrebbe dovuto mettere a disposizione la propria casa per accogliere circa 50 persone urlanti e festeggianti. Ma tant'è…

Lo scorso Natale mi godevo un cucciolo di labrador di soli 3 mesi che scacazziava sui giornali nel corridoio regale della casa di NONNA ROSS, che scodinzolava felice vedendo l'osso e che giocava ad uccidere i peluche.

Lo scorso Natale non sapevo che la mia vita, di lì a poco, sarebbe stata stravolta da un evento unico ed inaspettato come la GRAVIDANZA.

Questo Natale le cose sono andate in modo un po' diverso rispetto al previsto. Al casino, abbiamo preferito l'atmosfera raccolta del nostro nucleo famigliare per tutelare il cucciolo che aveva appena 10 giorni. Abbiamo rinunciato alle uscite serali e alle riunioni giocherecce organizzate da zio Gegè per dedicarci al cambio di pannolini e alle poppate a richiesta con intervalli di una, massimo due ore. Abbiamo stravolto gli orari per adeguarci ai ritmi del nano che sembra aver scambiato il giorno e la notte.

Ma stasera, un piccolo vecchio desiderio si è avverato. Dopo varie ipotesi su dove e con chi fare il cenone dell'ultimo dell'anno, alla fine avevamo optato per casa nostra per non far prendere freddo ad Ale. Saremmo stati io, mio marito e nostro figlio, nonna ross e zio alf, zio gegè e zia chiaretta e i super-nonni, raccolti nella nostra intimità famigliare. Ma qualcosa è successo….

Quando zio Faaabio ha saputo che saremmo rimasti nel palazzo, non ha perso tempo ed ha riunito le nostre due famiglie a casa dei suoi genitori [al secondo piano] per trascorrere il primo dell'anno in compagnia. Saremo circa 20 persone…i ragazzi hanno speso circa 400euro di fuochi d'artificio e Alessandro trascorrerà il suo primo capodanno con la cuginetta LUDO di solo 5 mesi più grande di lui…

 

Approfitto del post, per lasciare qui gli auguri di uno strepitoso 2011 a tutte le zie di plok…

Commenti
Please follow and like us:
0

3 pensieri riguardo “A CAVALLO TRA 2010 E 2011

Lascia un commento

Or