Circuito chiuso.
La vita si inceppa a volte.
Ingoio delusioni e aridità, masticando controvoglia l’egoismo altrui.
Bocconi amari mi saziano in un tempo che diventa sempre più piccolo.
Parentesi quadre evidenziano brevi attimi di sollievo,
estrapolati da un occhio attento nel fluire incessante della deprimente quotidianità.
Il 2010 si spalanca davanti a me come una piatta distesa monocromatica.
Incroci e bivi all’orizzonte.

Commenti
Please follow and like us:
0

Un pensiero riguardo “

Lascia un commento

Or